Dop e Igp traino dell’export made in Italy

Nel 2016, in Italia, il Sistema delle DOP IGP ha garantito qualità e sicurezza anche attraverso una rete di 247 Consorzi di tutela riconosciuti dal Ministero dell’agricoltura e oltre 162 mila interventi effettuati dagli Organismi di controllo pubblici.

L’Italia è leader nelle produzioni DOP, IGP e STG, con 814 prodotti dei comparti Food e Wine e ben 13 nuove registrazioni nel corso del 2016 (dati Ismea-Qualivita).

Nel comparto agroalimentare, Parma, Modena e Reggio Emilia, confermano l’importanza della Food Valley emiliana, grazie al numero di filiere DOP IGP (34) del territorio e al loro valore economico come per esempio il Parmigiano Reggiano DOP, il Prosciutto di Parma DOP e Aceto Balsamico di Modena IGP, in primis).

Nel comparto Vino il “Sistema Prosecco” è tipico delle aree di Treviso e Verona, ma anche di Siena, Cuneo, Asti e Firenze .
Per il 2016 si è registrato un aumento del consumo di DOP IGP del 1,7% che fa lievitare il consumo totale di questo tipo di prodotti a 13,3 miliardi di euro (il 10% della spesa complessiva in generi alimentari).,